Case History: recupero crediti Grecia a seguito di contestazione della qualità della merce

Paesi: Grecia e Italia

Industry: Automazione e manifatturiero

Field: Contenzioso internazionale – Contenzioso Grecia – Recupero crediti all’estero – Recupero crediti Grecia – Contratto di vendita internazionale – Vendita in Grecia – contestazione di qualità della merce IncotermsTrasporti internazionali

Un venditore, società di diritto italiano, perfezionava con un compratore, società di diritto greco, un contratto di vendita di prodotti edili con resa merce CIF Salonicco (senza indicazione del riferimento agli incoterms).

Il venditore consegnava la merce in risposta all’ordine di acquisto del compratore -senza quindi emettere una conferma d’ordine- ed emetteva la fattura di vendita, di importo pari ad euro 100.000, prevedente un pagamento a 60 giorni data fattura.

La fattura non veniva saldata dal compratore.

Trascorsi diversi mesi dalla scadenza, dopo vari solleciti di pagamento telefonici e scritti del venditore, il compratore contattava il venditore e gli contestava genericamente difetti di qualità della merce che a suo parere era di qualità ben inferiore rispetto ai campioni a suo tempo visionati.

Il compratore, per definire bonariamente la questione, chiedeva quindi di restituire buona parte della merce e l’applicazione di uno sconto del 50% sul prezzo della merce che avrebbe tenuto in considerazione del fatto che i prodotti, dati i difetti rilevati, potevano essere rivenduti solo ad un prezzo fortemente scontato.

Il compratore avvisava poi il venditore che nel caso non fosse stata accettata tale proposta transattiva non avrebbe neppure ritirato la merce in questione che era ancora tutta giacente presso un punto logistico situato in Grecia.

A seguito di nostro parere scritto sulla vicenda, il venditore, vista anche la rigida posizione di controparte e la mancanza di prove sui difetti di qualità della merce nonché la tardività della denuncia degli asseriti difetti alla luce della legge applicabile (Convenzione delle nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di merce, Vienna 1980), dietro nostro consiglio ha promosso un’azione in giudizio presso il competente foro greco, che si è articolata su due gradi di giudizio entrambi vittoriosi per il venditore greco che ha visto infine soddisfare le domande presentate in giudizio.

Ecco una selezione di casi pratici che ti possono interessare