Risoluzione per giusta causa contratto di agenzia internazionale Austria: violazione patto di non concorrenza e mancato minimo di affari

La risoluzione per giusta causa si rivelava infondata: per la violazione del patto di non concorrenza a fronte di accordi verbali tra le parti in deroga al patto e per il mancato raggiungimento del minimo a causa di un calo generale europeo delle vendite dei prodotti oggetto del contratto.
Le parti raggiungevano un accordo transattivo prevedente il pagamento di somme in favore dell’agente.
Paesi: Austria, Italia
Industry: Moda e Lusso.

Ecco una selezione di casi pratici che ti possono interessare