Neom, la città del futuro. Scenari possibili del commercio internazionale.

In Arabia Saudita si parla già dal 2017 di Neom, una nuova smart city di circa 26.500 km2,che il governo saudita avrebbe intenzione di costruire al confine tra Arabia Saudita, Egitto e Giordania. L’ambizioso progetto richiederebbe un costo di 500 miliardi di dollari (pari a circa 450 miliardi di euro). Numerose multinazionali sono state invitate ad investire nel progetto.

Sebbene i dettagli al riguardo siano pochi, il Wall Street Journal ha svelato alcune informazioni sulla base di documenti confidenziali datati 2018. Tra le maggiori novità, si parlerebbe di taxi volanti, una luna artificiale e un sistema di cloud seeding, ossia una tecnica che permetta di ottenere precipitazioni artificiali tutto l’anno per contrastare la siccità.

Oltre ad invenzioni estremamente futuristiche, ciò che appare rilevante è l’attenzione posta nei confronti della sicurezza dei futuri abitanti. Si parla, nel dettaglio, di un sistema di telecamere, droni e riconoscimento facciale in grado di monitorare tutti i cittadini in ogni luogo pubblico, secondo un modello che ricorderebbe il Big Brother di George Orwell.

Unitamente alla sicurezza, figura inoltre un nuovo sistema giudiziario ad hoc completamente slegato dal resto del Paese, nel quale i tribunali sarebbero sempre vincolati dalla legge islamica, ma i cui giudici farebbero da ultimo riferimento direttamente al re.

Le città del futuro seguiranno questo modello?

Marcello Mantelli
Avvocato in Milano e Torino

#blockchain #eCommerce #smartcontracts #dirittodellenuovetecnologie

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*