Vendite internazionali: il Portogallo firma la Convenzione di Vienna sulla vendita internazionale di merci

Durante l’estate il Portogallo ha avviato le procedure per diventare parte della Convenzione di Vienna del 1980 sulla vendita internazionale di merci (la Convenzione) tramite la firma della stessa. L’accessione si è conclusa con successo il 7 agosto u.s. e la Convenzione entrerà in vigore per il Portogallo il 1° Ottobre 2021, rendendolo così il 94esimo Stato parte della CISG.

Questo evento risulta significativo sotto vari punti di vista:

i. con la ratifica da parte del Portogallo, la Convenzione entra in vigore in 24 stati dell’Unione europea (ad eccezione di Regno Unito, Malta ed Irlanda);

ii. il regime previsto dalla Convenzione consiste in un sistema equilibrato di soluzioni che consentono altresì un’efficiente gestione dei costi di transazione e quindi prezzi più competitivi per le merci importate ed esportate. Ciò è vantaggioso per il commercio in generale e, dal punto di vista portoghese, consentirà agli esportatori di vendere i prodotti a prezzi molto più competitivi nei mercati globali;

iii. firmando la Convenzione, il Portogallo potrà beneficiare del regime uniforme e neutrale previsto per la gestione delle vendite internazionali, così come delle regole in materia di risoluzione delle controversie.

Nello specifico, salvo che non ne venga espressamente esclusa l’applicazione, la Convenzione si applicherà ad esempio ai rapporti di compravendita tra imprese italiane e portoghesi, con la conseguente applicazione di tutte le regole sulla modalità di conclusione del contratto, sulle obbligazioni delle parti, sulla responsabilità in caso di inadempimento, nonché sui parametri di conformità della merce e i tempi di denuncia dei difetti da parte del compratore.

Per maggiori informazioni e consigli pratici per la gestione di contratti di vendita, agenzia e distribuzione internazionale con partner portoghesi, si rimanda all’articolo precedentemente pubblicato su questo blog.

Luca Davini
Avvocato in Milano e Torino

#venditainternazionalePortogallo #PortogalloCISG #PortogallofirmaConvenzionediVienna #distribuzioneinternazionale #venditainternazionale #agenziainternazionale #contrattiinternazionali #fareaffariinsicurezza #investimentiinternazionali #CISG

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Marcello

Buongiorno, non si tratta di mobbing ma appare piuttosto una violazione dell'esclusiva dell'agente.Occorre esaminare il contratto e individuare la legge applicabile per verificare il perimetro dell'esclusiva.Può scrivere direttamente al nostro indirizzo email [email protected]

VAI AL COMMENTO
Felice

interessante, e se fosse la mandante tedesca a fare mobbing in svariate forme x ostacolare un agente esclusiva italiano settore industria ( acciaio)da 30anni. piazzandogli un distributore nel paese all improvviso.?

VAI AL COMMENTO
Felice zanellini

interessante, e se fosse la mandante tedesca a fare mobbing in svariate forme x ostacolare un agente esclusiva italiano settore industria ( acciaio)da 30anni. piazzandogli un distributore nel paese all improvviso.?

VAI AL COMMENTO
Mantelli Davini Avvocati Associati

Buongiorno, grazie per la sua richiesta. Non disponiamo di modelli generali di contratto. Tutti i contratti sono realizzati su misura caso per caso per la migliore tutela del cliente, dato che le situazioni giuridiche variano da caso a caso.

VAI AL COMMENTO
Mario

Avete un facsimile di accordo tra Distributore/etichetta e Artista ? Se si, vorrei leggerlo. Grazie, saluti. Mario Comendulli [email protected]

VAI AL COMMENTO

Seguici su